La salute, come si suol dire, è uno stato di assoluta armonia del corpo, della mente e dell’anima. Uno dei requisiti per diventare sani è dormire a sufficienza, essenziale per riparare il cuore e i vasi sanguigni. È anche necessario nella rigenerazione energetica.

Al contrario, la scarsità di sonno può avere effetti dannosi sul proprio corpo. Non ottenere la giusta quantità di riposo può causare:

  • Rischi migliorati di malattie cardiache
  • Malattie renali
  • Alta pressione sanguigna
  • Colpo

Man mano che le persone invecchiano, è inevitabile subire cambiamenti nei modelli di sonno. Se hai un anziano sui tuoi cari, potresti chiederti di quanto sonno ha bisogno un settantenne?

I cambiamenti corporei con l’età degli individui possono avere molti effetti sulle abitudini del sonno. Si pensa che questo sia causato dagli effetti collaterali dei farmaci da prescrizione e da alcune malattie croniche. Molti studi hanno scoperto che è probabile che le persone anziane soffrano di carenza di sonno. Dormono semplicemente per 2 ore o meno, mentre 8 ore è la quantità migliore di sonno.

Basta prendere un super senior, per esempio, un 92enne che dorme tutto il tempo non è sorprendente. Potresti vederli addormentarsi nel bel mezzo di un pasto o, al contrario, potresti notarli che bighellonano di notte, apparentemente incapaci di dormire. Questo tipo di comportamento durante il sonno non è raro tra le persone anziane. In effetti, più le persone anziane diventano, più sono inclini ai disturbi del sonno.

I disturbi del sonno sono classificati in due tipi:

  1. Dissonnia
  2. Parasonnia

La dissonnia è un tipo di malattia del sonno che comporta difficoltà ad addormentarsi e mantenere il sonno, che porta a un’eccessiva sonnolenza durante il giorno. L’insonnia e l’apnea notturna sono tutti casi di dissonnia.

Il rovescio della medaglia, la parasomnia è un disturbo del sonno caratterizzato da comportamenti anormali e sconvolgenti che si verificano mentre si va a dormire, durante il sonno o al risveglio. I casi di parasonnia sono sonnambulismo e terrori notturni.

Questa guida intende affrontare esempi di disturbi di dissonnia e parasonnia che le persone in età avanzata soffrono comunemente. Anche le sue cause, gli impatti sulla salute e i trattamenti convenzionali saranno inclusi in questo articolo.

Insonnia Negli Anziani

L’insonnia, forse il disturbo del sonno molto noto, è comune tra gli individui più anziani.

È definito come:

L’incapacità di addormentarsi e la difficoltà a rimanere addormentata ogni notte inducono sonnolenza cronica per tutto il giorno.

Circa il 50% degli anziani negli Stati Uniti soffre di insonnia.

I sintomi dell’insonnia includono:

  • Ci vogliono più di 30 minuti per addormentarsi.
  • Svegliarsi troppo presto o nel cuore della notte.
  • Incapacità di riaddormentarsi e stanchezza durante il giorno.

I sintomi possono variare da persona a persona.

Agli individui che mostrano i sintomi iniziali verrà diagnosticata un’insonnia a breve termine. Se persiste per più di un mese, i medici la diagnosticheranno come insonnia cronica. Esistono due tipi generali di insonnia;

  • Il sonno inizia la difficoltà ad addormentarsi.
  • Il sonno cura il problema rimanendo addormentato e svegliarsi nelle ore empie.

L’insonnia può essere diagnosticata come secondaria o primaria.

  • L’insonnia principale è l’insonnia che si manifesta in modo indipendente.
  • L’insonnia secondaria , d’altra parte, è l’insonnia che può derivare da diverse cause psicologiche.

La maggior parte dei medici ritiene che l’insonnia di cui soffrono gli anziani sia un’insonnia secondaria causata dagli effetti collaterali dei farmaci da prescrizione e da alcuni problemi medici.

Gli adulti generalmente soffrono di insonnia perché, con l’avanzare dell’età, la loro architettura del sonno cambia. Gli studi hanno scoperto che per ogni decennio di vita, la quantità di sonno REM diminuisce di 10 minuti a notte. Un altro motivo per cui le persone anziane soffrono di insonnia è il loro problema con la termoregolazione.

La termoregolazione è la capacità del corpo di mantenere la temperatura interna. La termoregolazione può influenzare i modelli di sonno. Ogni volta che la temperatura di una persona sale, si sveglia e quando la sua temperatura si abbassa inizia a sentirsi esausto.

Le malattie croniche possono anche far soffrire di insonnia. Presenta problemi respiratori, disturbi neurologici, insufficienza cardiaca, cancro, problemi alla vescica e condizioni gastrointestinali. Anche i disturbi emotivi, come la depressione e lo stress, sono stati associati all’insonnia.

La maggior parte degli anziani tende a fare dei sonnellini durante il giorno. Alcune persone anziane trascorrono anche un po ‘più di tempo a letto, facendole alzarsi presto. Secondo quanto riferito, queste abitudini degli adulti anziani possono aggravare le conseguenze dell’insonnia in quanto possono alterare la loro struttura del sonno.

L’insonnia persistente può avere gravi conseguenze come;

  • Diventano inclini agli incidenti a causa della loro stanchezza e mancanza di concentrazione;
  • Inoltre tendono ad essere inefficaci;
  • Di conseguenza, diventano irritabili, irritabili e capricciosi; e
  • Se non trattata, l’insonnia può provocare seri problemi psicologici.

Apnea Notturna

Un altro disturbo del sonno da dissonnia frequente di cui soffrono gli anziani è l’apnea notturna. L’apnea notturna è un disturbo caratterizzato dalla mancanza di respiro durante il sonno. Una tale interruzione della respirazione potrebbe arrivare fino a 60 secondi. Se qualcuno dorme una notte intera e dopo si sente ancora stanco, probabilmente soffre di apnea notturna.

Ostruzione Dell’apnea Notturna O OSA

Questa può essere una classificazione di questo disturbo che colpisce la respirazione ostruendo le vie aeree. L’OSA è considerata un determinante della malattia coronarica. È anche collegato a malattie come ipertensione, insufficienza cardiaca e ictus. L’OSA è più prevalente tra i due tipi di apnea notturna negli anziani.

Apnea Notturna Centrale O CSA

Questa è solo un’altra classificazione causata da una cattiva coordinazione dei muscoli respiratori e del cervello. Il CSA è anche correlato allo scompenso cardiaco.

Di seguito sono elencati i sintomi più frequenti dell’apnea notturna;

  • Russare forte;
  • Ansimando per l’aria;
  • Svegliarsi con la bocca secca
  • Mattina aggravamento;
  • Sonnolenza diurna;
  • Mancanza di concentrazione; e
  • Irritabilità.

Gli individui con apnea notturna dovrebbero anche essere preoccupati per le malattie cardiovascolari. Le due condizioni spesso si verificano contemporaneamente in 1 paziente e le persone anziane che si trovano in entrambi i paesi hanno maggiori probabilità di acquisire l’altro.

Narcolessia

La narcolessia è solo un’altra malattia di dissonnia caratterizzata da stanchezza e desiderio di dormire durante il giorno. Questo può sviluppare attacchi di sonno, uno stato in cui ci si addormenta spontaneamente indipendentemente dal tempo e dal luogo. Una diagnosi della malattia è rara a qualsiasi età. Tuttavia, per gli individui vulnerabili, i sintomi di solito iniziano a manifestarsi entro la metà dell’adolescenza e peggiorano con l’età. Il picco secondario del disturbo si verifica spesso all’età di 45-60 anni.

I sintomi più comuni della narcolessia includono;

  • Allucinazioni;
  • riduzione degli atti muscolari; e
  • Paralisi del sonno

Sindrome Delle Gambe Senza Riposo E Disturbo Del Movimento Periodico Degli Arti

La sindrome delle gambe senza riposo è un disturbo di dissonnia comune agli anziani in cui provano sensazioni di prurito all’interno della propria pelle accompagnate da dolore fisico. Questa sensazione si manifesta intorno al momento di coricarsi e può causare insonnia.

Un altro disturbo del sonno di dissonnia che soffrono gli anziani è il disturbo del movimento periodico degli arti. Questo condivide gli stessi sintomi con la sindrome delle gambe senza riposo. L’unica differenza tra le due condizioni è che il disturbo del movimento periodico degli arti si verifica solo durante il sonno, causando interruzioni.

Russare

Il russare è una malattia del sonno parasonnia comune negli adulti di tutte le età. Gli anziani sono quelli più inclini a causa delle loro vie aeree muscolari compromesse che derivano dall’invecchiamento. Le vie aeree muscolari sono essenziali per regolare la respirazione durante il sonno. Russare di per sé non è una malattia grave che mette a rischio la salute, ma è un’indicazione di una condizione grave come problemi cardiaci e ictus.

Disturbo Comportamentale Del Sonno REM

Gli adulti di età superiore ai 60 anni sono più spesso diagnosticati con disturbo del comportamento del sonno REM. Questa malattia del sonno è attribuita a disturbi neurologici come il morbo di Parkinson e il morbo di Alzheimer, condizioni comuni agli anziani. Gli individui a cui viene diagnosticata non sono in grado di controllare i muscoli quando il sogno si verifica durante il sonno REM completamente. Questo porta a movimenti involontari come alzarsi e camminare mentre si dorme. Spesso le persone mangiavano o facevano il bagno.

I disturbi del sonno, se non trattati immediatamente, possono portare a gravi problemi. Ma le persone non dovrebbero preoccuparsene troppo. Ci sono un sacco di farmaci disponibili sul mercato in questo momento.

Ausili Per Il Sonno Per Anziani

Una parte considerevole delle persone anziane necessita di assistenza per i disturbi del sonno. Al momento sono disponibili molte classificazioni sul mercato statunitense. Ogni classificazione ha un esito particolare ed effetti negativi. Prima di acquistarne uno e trasportarne uno, è fondamentale consultare un medico.

Ipnotici Delle Benzodiazepine

Conosciuti anche come benzodiazepine, sono farmaci da prescrizione usati per rallentare il sistema nervoso centrale. Benzos sono utilizzati come semi tranquillanti che aiutano a ridurre lo stress e causare il sonno. Poiché questo tipo di farmaco è molto potente, ai pazienti anziani viene somministrata la metà del dosaggio standard. Gli esperti avvertono anche che l’interazione con l’alcol potrebbe portare a effetti dannosi per il corpo.

Ecco alcuni dei benzodiazepine più comunemente prescritti:

Temazepam

È un tipo di benzo comunemente usato per trattare l’insonnia da mantenimento del sonno. Questo farmaco non è così utile per l’insonnia da sonno. Inoltre, questo farmaco può ridurre l’ansia e rilassare i muscoli. Gli effetti collaterali includono nausea, mal di testa, visione offuscata, affaticamento muscolare e sonnolenza diurna. Questo è venduto con il marchio Restoril.

Loprazolam

Questo è davvero prescritto per l’insonnia intensa. Gli effetti collaterali più comuni di questo farmaco includono vertigini, sonnolenza diurna, nausea, nausea e visione offuscata. Questo è venduto con i marchi Dormonoct e Havlane.

Flurazepam

Questo è anche prescritto per l’insonnia intensa, ma non è consigliato come farmaco da prescrizione per il sonnifero. Gli effetti collaterali includono perdita di memoria, vertigini, sonnolenza diurna e incapacità di svolgere le funzioni locomotorie. Questo può essere venduto con il marchio Dalmane.

Clonazepam

Questo è un tipo molto forte di Benzo con effetti meno stimolanti. Questo è prescritto per un disturbo del sonno, ad esempio la sindrome delle gambe senza riposo. Gli effetti indesiderati di questo farmaco includono mal di testa, vertigini, sonnolenza diurna, balbuzie e perdita di appetito. Questo farmaco è venduto con il marchio Klonopin.

Diazepam

Questo è spesso prescritto per l’insonnia di breve durata. I sintomi includono sonnolenza diurna, vertigini, nausea, disturbi della vista, perdita di memoria, emicrania, costipazione e affaticamento muscolare. Questo può essere venduto con il marchio Valium.

Ipnotici Non Benzodiazepinici

Chiamati anche farmaci Z, sono come le benzodiazepine meno i molti effetti mirati. I farmaci Z servono solo per indurre il sonno. La maggior parte dei medici consiglia i farmaci Z rispetto ai benzoplasmi perché hanno minori pericoli di dipendenza e minori effetti collaterali.

Ecco alcuni dei farmaci Z più frequenti disponibili sul mercato in questo momento:

Zolpidem

Questo farmaco, venduto con il produttore Ambien, è prescritto per l’insonnia a breve termine e la sindrome delle gambe senza riposo. Gli effetti collaterali includono naso chiuso, pelle secca, mal di testa e nausea.

Zaleplon

Zaleplon, commercializzato con il marchio Sonata, è prescritto principalmente per l’insonnia. Gli effetti collaterali includono costipazione, riduzione della vista, mal di testa, nausea, vomito e sonnolenza diurna.

Esistono anche alternative senza prescrizione per gli ausili per dormire.

Antistaminici Senza Prescrizione

Questi sono usati per indurre il sonno nelle persone con insonnia. Gli antistaminici possono anche essere usati come aiuti per dormire poiché possono influenzare la capacità delle persone di essere svuotati.Alcuni antistaminici anti-allergici sono anche usati come aiuto per dormire. Gli effetti indesiderati degli antistaminici includono vertigini e sonnolenza diurna.

Antidolorifici

Gli analgesici possono essere utili anche come aiuti per dormire. Ma questo è solo per le persone i cui problemi di sonno sono causati da dolore cronico. Anche le vertigini sono una complicazione dell’antidolorifico, ma a differenza degli antistaminici non provocano sonnolenza diurna.

Erbe E Integratori Alimentari

Questi sono ausili per dormire alternativi un po ‘più naturali. Molti integratori alimentari sul mercato sono usati per trattare l’insonnia. Altri integratori alimentari contengono anche proprietà sedative che possono indurre sonnolenza. Nonostante siano organici, le erbe e gli integratori come aiuti per dormire hanno anche effetti collaterali. Include vertigini, irritabilità, depressione, ansia e nausea.

Affidarsi ai soli ausili per dormire potrebbe non affrontare adeguatamente i disturbi del sonno. È anche fondamentale avere una strategia per migliorare ulteriormente le proprie abitudini di sonno. Essere coerenti con un programma di sonno aiuta anche a migliorare i modelli di sonno. Anche tenersi occupati durante il giorno è utile.

Inoltre, una corretta igiene e una corretta alimentazione hanno anche un ruolo fondamentale per dormire meglio. L’atmosfera di una zona persone può anche avere un elemento considerevole nel migliorare la qualità del sonno. I sussidi per dormire che utilizzano una strategia del sonno efficace possono migliorare notevolmente la routine del sonno.

Domande Frequenti

Qual è il miglior aiuto per dormire? Non c’è consenso su quale sia il miglior aiuto per dormire. Esistono vari tipi di ausili per dormire per vari tipi di disturbi del sonno. Tutto dipende dal tipo di disturbo del sonno di cui soffre un individuo.

Colpisce anche il modo in cui il corpo di una persona risponde a un farmaco specifico. Le persone possono avere reazioni diverse a farmaci specifici. È importante tenerne conto per accertare quale sia il miglior aiuto per dormire è meglio per una persona. È imperativo ottenere una guida esperta prima di somministrarne uno.

Gli ausili per dormire sono sicuri?

Gli aiuti per il sonno sono generalmente sicuri. Anche se possono esserci effetti collaterali, finora non ci sono stati pericoli potenzialmente letali comprovati. D’altra parte, il dosaggio errato può essere dannoso. È fondamentale consultare un medico e non auto-prescriversi. È altrettanto importante essere cauti anche con i prodotti di imitazione. Assicurati di acquistare da un venditore rispettabile.