È davvero fattibile trovare una buona notte di sonno anche in caso di problemi come i terrori notturni PTSD? La ricerca mostra che utilizzando i meccanismi di coping adeguati e gli interventi clinici, è possibile.

Dichiarazione di non responsabilità: se ritieni di avere difficoltà a dormire, di avere un disturbo post-traumatico da stress o altri disturbi correlati, è meglio consultare personalmente un medico o un professionista della salute mentale. Questa guida offrirà solo consigli generali e non dovrebbe essere utilizzata per l’autodiagnosi e l’autotrattamento.

Secondo i risultati di un sondaggio della National Sleep Foundation, circa il 30% degli americani ha riferito di avere difficoltà a dormire. Questa percentuale è simile ai numeri visti negli studi di diverse nazioni. Circa il 25% ha riferito di aver sofferto di insonnia occasionale, mentre il 9% ha dichiarato di aver riscontrato difficoltà nel dormire regolarmente.

Lo stesso sondaggio ha rilevato che gli insonni visitano raramente professionisti del benessere medico o psicologico per consultare i loro problemi con PTSD e sonno. Circa il 40% ha scelto di auto-medicare con farmaci acquistati da banco o di far fronte alla propria malattia usando l’alcol. Un ulteriore 60% ha dichiarato di non essere a conoscenza o di non comprendere i trattamenti offerti per questi disturbi da stress post-traumatico e problemi legati al sonno.

Si raccomanda vivamente di utilizzare un trattamento adeguato da appropriate consultazioni mediche o psicologiche per affrontare il disturbo da stress post-traumatico e le difficoltà legate al sonno. Soprattutto perché la mancanza di sonno di qualità causata da PTSD e apnea notturna, un altro dilemma correlato al sonno, è collegata a un aumento da 2,5 a 4,5 della possibilità di essere coinvolti in incidenti e cadute.

Chi Ha Bisogno Di Una Notte Di Sonno Decente?

Sia il buon senso che la scienza affermano che il sonno è assolutamente vitale per una salute ottimale. Svolge un ruolo cruciale nel funzionamento sano dei sistemi cardiovascolare, ormonale e immunitario. Il sonno è necessario per regolare la funzione cerebrale, la memoria, il metabolismo e l’appetito. Purtroppo, non tutti riescono a dormire bene la notte.

Un modello di sonno normale e sano dovrebbe essere libero da condizioni che ne interrompano la regolarità e il tempo appropriato, oltre ad essere di buona qualità e di durata adeguata. Una buona notte di sonno ti fa sentire riposato al risveglio.

Alcuni disturbi come il disturbo da stress post-traumatico e l’apnea notturna, tuttavia, ti privano del.

Cosa Ti Priva Di Una Buona Notte Di Sonno?

I fattori di rischio associati a un sonno anormale e malsano includono l’età avanzata, l’essere donne e le condizioni mediche e psichiatriche. Il rischio maggiore negli anziani non è chiaramente compreso ma si ipotizza che sia il risultato dell’indebolimento del controllo del sonno e di altri sistemi corporei che vengono con l’età. Anche le malattie croniche rappresentano fattori importanti per l’insonnia.

Nelle ragazze, è stato dimostrato che la qualità del sonno viene influenzata in modo significativo dall’inizio delle mestruazioni e dalla menopausa. Sebbene non sia una causa indipendente di insonnia, il lavoro notturno o i turni a rotazione hanno anche dimostrato di provocare un sonno insufficiente e di qualità molto bassa in coloro che sono già predisposti.

Apnea Notturna

Una condizione medica denominata apnea ostruttiva del sonno, è un disturbo cronico comune che si stima colpisca tra il 2-4% degli adulti, con la massima incidenza tra i ragazzi di mezza età. L’apnea notturna è caratterizzata da ripetuti episodi di difficoltà a respirare durante il sonno. Sebbene il russare sia un sintomo comune, è caratterizzato meglio da 10 o anche minuti di fratture tra i respiri che risvegliano la persona che ha la malattia o la lasciano stanchi indipendentemente da quanto tempo hanno dormito.

I fattori di rischio per l’apnea notturna includono essere maschi, russare, obesità, menopausa nelle donne, ampia circonferenza del collo, ostruzioni nasali, tonsille ingrossate e palato tenero basso.

Trauma E PTSD

Il Disturbo Post-traumatico da Stress (PTSD) è una malattia psichiatrica che è stata oggetto di studio in relazione al sonno negli ultimi anni. Questo perché un numero elevato di indagini sperimentali ha rivelato che il sonno svolge una funzione essenziale nell’elaborazione dei ricordi emotivi. Questo di solito significa che il tipo di sonno che si ottiene ti fa ricordare o dimenticare le esperienze dolorose.

Il disturbo da stress post-traumatico si verifica dopo che un individuo è stato esposto a un evento traumatico e si stima che colpisca tra il 2,3 e il 6,1 per cento dei civili e il 30 per cento dei veterani. I sintomi sono inferiori a quattro misurazioni:

  • Evitamento: è stato osservato quando un uomo con disturbo da stress post-traumatico si fa da parte per quanto scomodo possa essere evitare azioni, persone, luoghi, oggetti ed eventi collegati all’evento traumatico. Un buon esempio potrebbe essere una persona che ha vissuto un evento traumatico all’interno di un ascensore, in seguito, prenderebbe le scale fino al piano più alto,
  • Impatto negativo una persona che ha un disturbo da stress post-traumatico si sente costantemente in colpa, auto-colpa, disperazione, rabbia e altre emozioni simili relative all’incontro traumatico,
  • Sogni di disturbo da stress post-traumatico un paziente con disturbo da stress post-traumatico sperimenta sogni ansiosi o incubi che riguardano direttamente o indirettamente l’evento traumatico. Questi possono anche trasformarsi in terrori notturni PTSD in cui l’individuo si sveglia confuso, recitando e presumendo che il sogno fosse reale ”.
  • Iperarousal una persona che ha PTSD sperimenta uno stato di prosciugamento energetico, prolungato e migliorato. Questo alla fine porta alla stanchezza quando le energie si esauriscono.Questa condizione può anche essere accompagnata da irritabilità o scoppi di rabbia.

I pazienti con disturbo da stress post-traumatico tipicamente lamentano difficoltà ad addormentarsi, si svegliano prontamente e frequentemente, hanno una durata del sonno ridotta, hanno sonno agitato e di conseguenza soffrono di esaurimento. I sogni di disturbo da stress post-traumatico che provocano stress diventano rapidamente terrori notturni di disturbo da stress post-traumatico, tanto da essere considerati un sintomo principale del disturbo da stress post-traumatico.

Chi Si Stanca Di Dormire Bene La Notte?

Se sei in uno di questi casi e hai anche subito lesioni, sei più incline ad avere disturbi del sonno. Una varietà di aspetti della lesione come il tipo di trauma vissuto, la durata dell’esperienza traumatica, l’intensità della lesione, nonché le circostanze e gli eventi durante l’esperienza traumatica possono influenzare il tipo di disturbo del sonno che si sviluppa. In numerose ricerche condotte sul disturbo da stress post-traumatico e sul sonno, è stato possibile raggruppare la maggior parte dei pazienti in base alle somiglianze nel tipo di veterano traumatico:

Veterani Di Guerra

I veterani di combattimento a cui viene diagnosticato un disturbo da stress post-traumatico hanno difficoltà ad addormentarsi, non riescono a dormire, hanno anche terrori notturni di disturbo da stress post-traumatico da fantasie con contenuti aggressivi e violenti. I risultati del sondaggio cambiano, ma uno studio ha riportato che il 100% dei veterani di combattimento contattati ha riferito di aver avuto difficoltà a dormire.

Donne Sessualmente O Vittime Di Abusi

Si stima che circa il 35% delle donne abbia subito abusi fisici o sessuali da parte di parenti, amici, conoscenti o estranei. Le ragazze hanno due volte più probabilità di sviluppare sintomi di disturbo da stress post-traumatico rispetto ai ragazzi che subiscono eventi traumatici, con il 90% dei malati che riferisce l’incapacità di dormire, incubi, nausea costante durante i periodi di veglia, sentimenti di angoscia e incapacità di concentrarsi e operazioni limitate. Inoltre, ci sono prove evidenti che le esperienze cumulative di trauma provocano livelli più elevati di disturbi del sonno.

Bambini E Adolescenti Vittime Di Abusi Sessuali O Fisici

Circa il 22% dei bambini e degli adolescenti ha subito abusi fisici o sessuali da parte di familiari, conoscenti, amici, figure autoritarie o estranei. È stato dimostrato che i bambini e gli adolescenti vittimizzati hanno più problemi a dormire rispetto ai bambini con diagnosi di depressione. Questi malati sperimentano l’enuresi notturna anche dopo l’allenamento in bagno, incubi, terrori notturni PTSD, sonnambulismo e parlare nel sonno. La scarsa qualità del sonno nei bambini è correlata a cattivi comportamenti, irritabilità, problemi di attenzione, risoluzione dei problemi, apprendimento accademico, depressione, ansia e aggressività. Negli adolescenti, questo potrebbe includere dipendenza da sostanze, pensieri e atti suicidi e comportamenti criminali.

Sopravvissuti A Eventi Potenzialmente Letali, Siano Essi Disastri Causati Dall’uomo O Naturali

Ad esempio, una settimana dopo gli attacchi terroristici dell’11 settembre, i sondaggi hanno mostrato che il 44% ha subito notevoli reazioni di stress dopo aver visto la copertura delle notizie. Due mesi dopo l’evento, il 12% delle persone intervistate ha riferito di avere gravi sintomi di stress e l’8,9% aveva sintomi di handicap funzionale. Il NIH riferisce che le prime prove indicano che la popolazione generale degli Stati Uniti soffre di sintomi di disturbo da stress post-traumatico a causa della copertura dei mass media o di preoccupazioni per la sicurezza personale e familiare riguardo alla guerra e al terrorismo dopo gli eventi traumatici dell’11 settembre.

Condizioni mediche pericolose per la vita come cancro, attacchi di cuore, ictus, aborti spontanei, aborti, HIV-AIDS possono portare allo sviluppo di sintomi di PTSD. Si stima che il 2-9% dei malati di cancro al seno soddisfacesse i criteri diagnostici per PTSD.

Come Puoi Riavere Una Notte Di Sonno Decente?

Il primo passo per il recupero è ammettere di avere un problema. Il prossimo è ottenere aiuto da professionisti appropriati e autorizzati. Per essere in grado di rimettersi in piedi, è necessario consultare un professionista sanitario che ti assista con i problemi fisici e psicologici che ti privano di una buona notte di sonno.

Quando visiti un operatore sanitario, puoi aspettarti che faccia un test allo scopo di determinare esattamente cosa stai attraversando. Come abbiamo mostrato, il disturbo post-traumatico da stress e le difficoltà di sonno hanno diversi livelli complessi su cui lavorare. Per le persone con PTSD e disturbi del sonno, potrebbero essere intraprese molte procedure di valutazione correlate.

È anche importante notare che, poiché il tuo ritmo del sonno verrà valutato per un periodo di tempo, potrebbe essere utile se inizi a comporre i tuoi disturbi e le osservazioni sulle tue esperienze con il disturbo da stress post-traumatico e il sonno. All’interno di questa misura, le attività a cui partecipi prima di andare a dormire, mentre dormi e i momenti subito dopo il risveglio dovranno essere rilevate e registrate.

Per questo processo, puoi richiedere aiuto al tuo partner, alla tua famiglia oa qualcuno con cui hai uno stretto rapporto per aiutarti a tenere sotto controllo i vari parametri del sonno che potresti riscontrare, specialmente una volta raggiunta la fase del sonno profondo. Una struttura sanitaria potrebbe anche disporre di personale e attrezzature specializzati per questa funzione.

Diversi parametri del sonno dovrebbero essere presi in considerazione sono le volte in cui non puoi andare a dormire, il numero di ore in cui dormi, i casi in cui ti svegli prima del normale, la sonnolenza durante il giorno, il russare e la qualità del ritmo respiratorio, il cambiamento di orario di lavoro, assunzione di caffeina e alcol, terrori notturni di disturbo da stress post-traumatico e sonno agitato. Alcuni di questi sono ovviamente difficili da registrare da soli, ecco perché è meglio contattare gli altri per chiedere aiuto.

Dopo aver stabilito una registrazione delle tue abitudini di sonno, il tuo medico può quindi indagare con te sul significato di questi vari fattori legati alla tua qualità del sonno. Ti verranno anche chiesti i tuoi documenti medici poiché altri problemi medici sottostanti potrebbero avere un impatto sui tuoi problemi di sonno.

Un altro aspetto in cui inizierà a esaminare il tuo medico è la tua storia personale e i cambiamenti che hai sperimentato nelle diverse fasi della tua vita, dall’infanzia, dall’adolescenza all’età adulta. Altri potenziali eventi traumatici dovranno essere scoperti.

Dopo la valutazione, il professionista medico stabilirà gli interventi medici e psicologici appropriati che potresti intraprendere per affrontare il tuo problema con PTSD e sonno. Incluso nel processo di intervento, potresti ricevere una lista di controllo che indica i passaggi da scegliere su come addormentarti correttamente e cosa dovrebbe essere fatto prima di andare a dormire.

Potresti anche essere informato su altre strategie e strategie che possono aiutarti a gestire fattori di stress e trigger fino al sonno, durante il sonno e al risveglio contro le fantasie PTSD o i terrori notturni PTSD. I trigger che ruotano attorno all’episodio traumatico che ti è accaduto dovrebbero essere presi in considerazione durante tutto il processo di intervento. Anche i rapporti ricorrenti di incubi da parte tua dovrebbero essere un obiettivo di questo intervento.

Se il medico o il professionista sanitario psicologico determinano che hai alti livelli di eccitazione, le tecniche di rilassamento muscolare progressivo possono essere consigliate come intervento. Farmaci specifici per favorire il sonno e mitigare diversi problemi possono anche essere utilizzati, monitorati e regolati a seconda della reazione e dei risultati dei test di laboratorio.

La tua routine del sonno sarà comunque monitorata regolarmente e, se non è possibile accertare progressi, potrebbe essere incluso anche un rinvio ad altri esperti con altri strumenti diagnostici e interventi.

Chiama Un Amico Se Non Puoi

Idealmente, dovremmo tutti avere il nostro sistema di assistenza sociale che comprenda altre persone significative, familiari, amici e conoscenti. Un sano sistema di supporto sociale sarà la nostra spalla su cui appoggiarci, per così dire. Abbiamo anche innumerevoli uomini e donne che si sono offerti volontari per diventare nostri amici ogni volta che ne abbiamo bisogno, tutto ciò che devi fare è chiamarli:

  • Dipartimento degli affari dei veterani degli Stati Uniti: per i membri del servizio, i veterani in emergenza o nel caso in cui tu sia preoccupato per un parente, amico o conoscente che è uno, hanno addestrato i soccorritori 24 ore al giorno, sette giorni alla settimana, 365 giorni all’anno . Tutte le comunicazioni sono riservate.
    • 1-800-273-8255 e supporti 1
    • Invia un messaggio di testo al numero 838255
    • Avvia una chat su Internet su VeteransCrisisLine.net/Chat
    • Trova il centro VA più vicino a
    • MilitaryCrisisLine.net può anche essere immediatamente disponibile per le persone attualmente con responsabilità attiva
    • se sei sordo o ipoudente, contatta
  • Per gli adolescenti e gli altri che hanno pensieri suicidi , o disagio psicologico, o sono in qualche modo preoccupati per un familiare, un amico o un conoscente che è solo uno, hanno addetti appositamente formati 24 ore al giorno, 7 giorni alla settimana, 365 giorni all’anno. Tutte le comunicazioni sono riservate.
    • 1-800-273-TALK
    • Invia un messaggio di testo al 741741
    • OK2Talk.org/about è una comunità online sicura per adolescenti che possono condividere storie utili di lotta, tragedia, guarigione e speranza
  • L’ufficio statunitense per la salute delle donne fornisce i seguenti consigli:
    • Contatta il 911 per la polizia e le emergenze mediche
    • Vai al pronto soccorso o all’agenzia delle forze dell’ordine più vicini se hai bisogno di assistenza

Condividi tramite e-mail