Depressione E Disturbi Del Sonno. Sono Costantemente Connessi? Capire Il Collegamento

La depressione è una malattia che colpisce milioni di persone ogni anno. Viene fornito con molti sintomi, come mancanza di interesse per le attività, cambiamenti di umore e sentimenti di tristezza. Sebbene questi siano i sintomi che le persone si aspettano, potrebbero non rendersi conto che l’insonnia, il sonno disturbato e il sonno eccessivo possono anche essere segni di depressione. Disturbi del sonno come questi possono anche essere la ragione alla base della depressione clinica perché il cervello non riceve il resto di cui ha bisogno per funzionare correttamente. All’interno di questa guida, stavamo pianificando di esaminare più da vicino la correlazione tra sonno e depressione.

Cos’è La Depressione?

La depressione (disturbo depressivo maggiore) è un grave disturbo medico che influisce negativamente sul corpo e sulla mente. Provoca sentimenti di disperazione travolgenti e può farti perdere interesse per le attività e alterare drasticamente il tuo umore. Può portare a problemi psicologici e fisici che influenzeranno la tua vita quotidiana se non adeguatamente trattati.

I sintomi possono variare da lievi a gravi e cambiare con ogni persona. Ogni essere umano è diverso. Quindi nessun caso di malinconia è lo stesso. Altri segni di depressione possono includere cambiamenti nell’appetito, difficoltà a dormire, aumento della stanchezza, rallentamento o indirizzo, inutilità, difficoltà a prendere decisioni e pensieri di morte. I sintomi devono persistere per più di quattordici giorni affinché un medico ti diagnostichi la depressione.

La depressione è spesso associata alla tristezza, ma la tristezza normale è diversa dalla depressione. Ad esempio, quando si è in lutto per la perdita di una persona cara, la tristezza va e viene a ondate. Sentirsi tristi è normale e spesso mescolato a ricordi felici durante un periodo di perdita. Anche se questa disperazione può essere paralizzante, migliorerà e alla fine diventerà più facile affrontarla. La depressione è una sensazione persistente di tristezza che non migliora senza trattamento. Le persone che soffrono di dolore corrono un rischio maggiore di sviluppare la depressione.

La depressione può colpire chiunque, ma alcuni individui corrono un rischio maggiore di svilupparla rispetto ad altri. La genetica può svolgere un ruolo enorme nella depressione. Coloro che hanno una storia familiare di depressione corrono un rischio maggiore rispetto agli altri. Elementi ambientali come l’abuso, l’abbandono, la povertà e la violenza possono rendere le persone più vulnerabili alla depressione. Le persone che hanno una bassa autostima, sono facilmente innescate dall’ansia o che hanno atteggiamenti avversi possono anche essere a maggior rischio di depressione.

Esistono molti tipi diversi di depressione e ogni forma presenta una propria serie di sintomi. Alcune delle forme più comuni di depressione includono:

  • Disturbo depressivo maggiore (MDD): questa forma di depressione è grave e spesso può avere un grave impatto sulla qualità della vita dei pazienti. I loro sentimenti di tristezza possono essere così gravi che trovano difficile completare le attività quotidiane. Potrebbero perdere interesse per le attività che un tempo amavano. La loro malattia potrebbe essere così acuta che non sentono più che la vita merita di essere vissuta. Uno studio ha rivelato che quasi il 7% degli americani di età superiore ai 18 anni aveva sperimentato MDD. Questa forma di depressione viene tipicamente trattata con farmaci o terapia.
  • Disturbo bipolare: sebbene questo sia un disturbo dell’umore, le persone con esso spesso soffrono anche di depressione. I sintomi del disturbo bipolare possono spesso peggiorare i sintomi della depressione. Le persone che soffrono di disturbo bipolare possono sperimentare cambiamenti estremi di umore, affaticamento, perdita di autostima, irritabilità e indecisione. Questa malattia viene in genere trattata con farmaci.
  • Depressione postpartum (PPD): con questo, i livelli di ormoni nel corpo di una donna salgono alle stelle durante la gravidanza e raggiungono il picco subito dopo il parto. Questi ormoni provocano spesso cambiamenti dell’umore frequenti e incontrollabili. Alcune persone lo chiamano baby blues. Una donna può provare tristezza, impotenza, sbalzi d’umore, ritiro sociale, difficoltà di legame con il bambino, cambiamenti dell’appetito, ansia, pensieri di farsi del male o del bambino ed estrema stanchezza se soffre di PPD. Il DPP non colpisce tutte le donne. Può durare alcune settimane o per un periodo prolungato. Viene spesso trattato con farmaci.
  • Disturbo affettivo stagionale (SAD): il SAD è una forma di depressione stagionale. Colpisce la maggior parte delle persone durante i mesi invernali quando c’è meno luce solare e sei costretto a trascorrere più tempo in casa. Si pensa che sia causato da un disturbo nel normale ritmo circadiano del corpo. Il SAD spesso non viene diagnosticato e la maggior parte delle persone non capisce di soffrirne perché in genere scompare durante i mesi più caldi. Il SAD può influenzare notevolmente i modelli di sonno che potrebbero peggiorare i sintomi. Viene spesso trattato con la terapia della luce.

Il Legame Tra Depressione E Sonno:

I disturbi del sonno causati dalla depressione o che inizialmente l’hanno causata, per cominciare, possono rendere molto più difficile sconfiggere la malattia. Quando non ottieni la giusta quantità di riposo, la tua mente ha problemi di funzionamento, che possono causare emozioni intense. Può essere difficile controllare queste emozioni, che a sua volta libera quei sintomi esteriori di depressione.

Il tuo corpo ha bisogno di 7-9 ore di sonno ristoratore ogni notte per lavorare correttamente il giorno successivo. La mancanza di sonno o il sonno di scarsa qualità possono avere un’enorme influenza negativa nella tua vita. Potresti non renderti conto che i cattivi schemi di sonno possono essere l’autore del reato se ti sei sentito giù di recente. Piccoli livelli di privazione del sonno possono rubare piccoli pezzi della tua gioia nel tempo, sviluppandosi infine in sentimenti più estremi di disperazione. Potresti iniziare a perdere entusiasmo, diventare irritabile o sentirti infelice. Queste cose non solo influenzano il tuo benessere mentale e fisico, ma possono anche influenzare negativamente le tue relazioni. Le persone depresse tendono a rifuggire dall’interazione sociale, che può intensificare quei sentimenti di tristezza e guadagnare il sonno più difficile da trovare.

Il legame tra depressione e sonno è stato ampiamente studiato a livello globale e nuovi studi sono costantemente in corso. Si tratta di una relazione molto intricata che è diversa con ogni individuo. Gli studi hanno dimostrato che le persone che soffrono di insonnia hanno livelli maggiori di depressione e ansia rispetto a quelle che dormono normalmente. Hanno dieci volte più probabilità di soffrire di depressione e diciassette volte più probabilità di provare ansia. Più la routine del sonno delle persone viene interrotta, maggiore è il rischio di depressione e ansia.

La connessione tra depressione e sonno è un circolo vizioso. La depressione può portare alla comparsa di disturbi del sonno, ma a sua volta, i problemi di sonno possono causare depressione. Entrambi questi problemi vanno insieme. Una volta non può essere trattata senza rivolgersi all’altro se il trattamento deve avere successo.

REM Dormire

Il sonno REM (Rapid Eye Movement Sleep) è tra le cinque fasi del sonno che incontriamo ogni sera. In questa fase, gli occhi si muovono rapidamente sotto l’utero. Il sonno REM costituisce dal 20 al 25% del ciclo di sonno giornaliero di un adulto e il 50% dei neonati. La maggior parte dei sogni si verificano durante questo periodo di sonno profondo. Il nostro cervello è occupato in questo stato di sonno quasi quanto lo è quando siamo svegli. Si pensa che questa fase del sonno riposi e ripari il corpo e il cervello. Si dice che aumenti anche la memoria e l’umore.

Quando il tuo corpo non trascorre abbastanza tempo nel sonno REM, ti sveglierai ancora esausto il giorno successivo. La tua mente potrebbe non essere così eloquente e potresti avere problemi a ricordare le cose. Alcune persone che non ricevono abbastanza sonno REM soffrono di emicrania, che può avere un effetto sul tuo umore durante la giornata.

Le persone che soffrono di depressione iniziano il loro ciclo REM prima nel sonno. Più grave è la depressione, prima inizia il primo ciclo di REM, che sostituisce il primo sonno profondo, che non può essere recuperato più tardi durante la notte. Con questo sonno profondo, i loro corpi non ricevono il tempo assegnato necessario per riposare e ripararsi. Gli individui che soffrono di depressione spesso non riescono a ricordare i propri sogni e i ricercatori non sono ancora sicuri del motivo per cui ciò si verifica.

Insonnia

L’insonnia è la lotta per addormentarsi o rimanere addormentati. È uno dei disturbi del sonno più frequenti con cui le persone depresse tendono a soffrire. Questa mancanza di sonno può far sentire le persone esauste. Può causare difficoltà di concentrazione e cambiamenti di umore. Tutte queste cose possono diminuire le prestazioni delle persone al lavoro oa scuola e danneggiare le relazioni personali.

Esistono diversi tipi di insonnia. L’insonnia intensa è breve e spesso accade a causa dei vari tipi di stress che incontriamo nella vita. Potresti non riuscire a dormire il giorno prima di una presentazione o di un esame importante perché sei nervoso o impaurito. Questo è il tipo più comune di insonnia che la maggior parte delle persone sperimenterà almeno una volta nella vita.

L’insonnia cronica è un sonno interrotto che si verifica almeno tre volte alla settimana e dura per almeno tre mesi. Questo tipo di insonnia può essere causato da modificazioni ambientali, cattive abitudini di sonno, turni di lavoro fino a tarda notte e depressione. Gli individui che ne soffrono in genere devono essere trattati con farmaci in modo che il problema non continui a peggiorare perché questo tipo di insonnia può facilmente diventare un problema a lungo termine.

Ipersonnia

L’ipersonnia è un’eccessiva sonnolenza diurna o una quantità eccessiva di tempo addormentato. Coloro che ne soffrono sono spesso ancora stanchi dopo il risveglio, non importa quanto sonno abbiano ottenuto. Potrebbero addormentarsi al lavoro oa scuola e avere un’estrema mancanza di energia. La mancanza di energia che sperimentano rende difficile per loro lavorare correttamente durante il giorno, il che influirà sulle loro prestazioni.

Molti fattori possono portare all’ipersonnia, le cause più comuni sono l’apnea notturna o altri disturbi del sonno, la mancanza di riposo durante la notte, il sovrappeso, l’abuso di droghe o alcol, lesioni alla testa, uso di farmaci da prescrizione, genetica e malinconia. Se ritieni di soffrire di ipersonnia, parlane con il tuo medico. Faranno domande per valutare la tua situazione, quindi condurranno una serie di test come uno studio del sonno o un EEG per accertare una diagnosi e il modo di trattare il problema.

Apnea Notturna

L’apnea notturna è tra i disturbi del sonno più significativi. Durante il sonno, la respirazione viene ripetutamente interrotta. In genere dura solo 10-20 secondi alla volta, ma spesso può verificarsi durante il sonno. L’apnea ostruttiva del sonno si verifica quando i muscoli della gola non riescono a mantenere le vie aeree sufficientemente aperte da consentire all’aria di fluire mentre si dorme apertamente. L’apnea centrale del sonno si verifica quando il cervello non riesce a regolare la respirazione durante il sonno. Non riesce a fornire i segnali giusti a tutto il tuo corpo. Mentre l’apnea ostruttiva del sonno è molto più comune, entrambe possono essere pericolose se non trattate.

L’apnea notturna può causare frequenti risvegli notturni a causa della mancanza di ossigeno, che crea uno schema di sonno malsano. I pazienti che ne soffrono corrono un rischio maggiore di sviluppare ipertensione, malattie cardiache, problemi di umore e memoria, nonché depressione.

Oltre 18 milioni di adulti americani soffrono di apnea notturna ed è probabile che una considerevole maggioranza di loro non riconosca di averla. Uno dei sintomi più comuni dell’apnea notturna è il russare eccessivo, ma altri sintomi possono includere: difficoltà di concentrazione, irritabilità, problemi di memoria e sonnolenza diurna eccessiva.

Se sospetti di avere l’apnea notturna, parla con il tuo medico. Tieni un registro dei tuoi schemi di sonno e quanto spesso ti svegli di notte per stabilire una tendenza. Inoltre, prendi nota dei tuoi sintomi e dei livelli di energia durante il giorno. Chiedi al tuo coniuge se nota russare o ansimare durante il sonno. Tieni anche un elenco dei farmaci che scegli in modo che il tuo medico possa accertare se sono la causa dell’apnea notturna. Se il tuo fornitore sospetta che tu ce l’abbia, potrebbe ordinare uno studio del sonno per monitorare il tuo sonno più attentamente.

Sindrome Delle Gambe Senza Riposo

La sindrome delle gambe senza riposo (RLS) è un problema frequente che causa un impulso incontrollabile a muovere costantemente le gambe. È più frequente nelle ore serali quando cerchi di rimanere e riposare. RLS può accadere a qualsiasi età, ma di solito peggiora con l’invecchiamento. È più diffuso nelle donne che negli uomini. È comune nelle donne anziane subire questo disturbo, anche se potrebbe essere solo per la durata della gravidanza.

Questa malattia può disturbare il sonno poiché muovi costantemente le gambe per alleviare la sensazione di angoscia. Alcuni pazienti lo descrivono come sensazioni di formicolio, formicolio, lancinante, palpitante e / o dolorante. Il disturbo può colpire anche le braccia, ma è molto meno comune. Spesso non c’è causa per questo particolare disturbo ei medici non sono sicuri del motivo per cui alcune persone oggi lo sviluppano.

Può essere trattato con farmaci, ma non allevia i sintomi per tutti. È anche possibile provare bagni caldi, massaggi, impacchi freddi e allenamento per cercare di alleviare i sintomi da soli. RLS può portare ad altri disturbi del sonno come l’insonnia poiché ti tiene sveglio e interrompe la tua routine del sonno. Quelli con RLS hanno maggiori probabilità di sviluppare depressione.

Trattamenti Per I Disturbi Del Sonno

La depressione ei disturbi del sonno sono fortunatamente gestibili con un trattamento adeguato. Trattarne uno può migliorare i sintomi dell’altro. Ottenere un sonno ristoratore adeguato è un pezzo fondamentale del puzzle per superare la depressione e i disturbi legati al sonno. Senza nessuno continuerai a girare in tondo.

Il trattamento per la depressione inizia con una visita per realizzare il tuo medico. Crea una registrazione dei tuoi sintomi, pensieri e schemi del sonno per aiutarti meglio a rispondere alle domande delle risposte. Avere una persona di supporto con te quando ti fa sentire al sicuro, essendo sincero con il tuo medico, avrà la capacità di stimare e ottenere il trattamento adeguato che desideri per sconfiggere questa malattia.

Ansia e disturbi del sonno possono essere trattati in molti modi. Alcuni di questi includono:

  • Psicoterapia
  • Farmaco
  • Rimedio TMS
  • Rimedio leggero
  • Rimedio CPAP
  • CBD
  • Esercizio e nutrizione
  • Meditazione

Psicoterapia

La psicoterapia o la terapia della parola sono tra i modi più comuni per curare la depressione. Di solito trovi un medico qualificato ogni settimana e parli esattamente di quello che stai provando con loro. È un ottimo modo per elaborare le emozioni, identificare i fattori scatenanti e elaborare strategie per aiutarti a sentirti meglio.

Esistono vari tipi di psicoterapia, ma mirano a capire la causa della tua malinconia, permettendoti di riprendere il controllo e insegnandoti come affrontare in modo sano. Lo scopo della terapia è creare una tendenza con la tua disposizione e praticare nuovi modi per combattere questi cambiamenti. Alcuni tipi di psicoterapia contengono:

  • Terapia individuale: solo il paziente e il terapista
  • Terapia di gruppo: due o più pazienti e un terapista. Circondato da altre persone che stanno vivendo problemi simili può aiutare. Questo spesso dà ai pazienti la fiducia necessaria per aprirsi.
  • Rimedio per le coppie: tu, il tuo coniuge e un terapista. Questo tipo di trattamento potrebbe aiutare meglio il tuo coniuge a capire la tua tristezza e quello che stai passando. Possono anche imparare meglio come aiutarti ad affrontare.
  • Rimedio familiare: tu, i tuoi cari e il tuo terapista. Proprio come il trattamento di coppia, questa forma di terapia aiuterà la tua famiglia a capire meglio come ti senti. Dà loro anche la possibilità di esprimere anche le loro preoccupazioni sui sentimenti.

I terapisti sono professionisti qualificati che potrebbero utilizzare molte procedure distinte per raggiungere la radice della tua depressione. Possono usare la terapia interpersonale, psicodinamica o cognitiva comportamentale. La strategia che useranno dipenderà da ciò che credono sarà il migliore.

  • Terapia interpersonale: questa strategia ti consentirà di cambiare il tuo comportamento con i membri e gli amici dei tuoi cari, migliorando il modo in cui esprimi i tuoi sentimenti e comunichi con gli altri. Aiuterà anche a ricostruire l’autostima esaurita. Questo trattamento dura solitamente 3-4 mesi.
  • Terapia psicodinamica: questa strategia esaminerà più da vicino la tua infanzia. Identificherà problemi che potrebbero essere iniziati presto nella vita e riportati alla maturità. Questo trattamento potrebbe essere esteso e durare settimane o addirittura anni.
  • Terapia comportamentale cognitiva: questo approccio ti aiuta a comprendere meglio e navigare i sentimenti negativi. Può consentirti di cambiare convinzioni errate e ti porterà a creare cambiamenti più positivi nella tua vita. Ci sono spesso esercizi a casa che puoi fare per aiutare.

La psicoterapia può essere un trattamento davvero efficace fintanto che sei onesto e aperto con il tuo terapeuta. Devi essere pronto a provare tutto ciò che indicano per aiutarti a stare meglio. Scrivi i tuoi obiettivi durante la terapia. Tienili sotto controllo con il tuo terapista e festeggia quando li soddisfi. Questo può aiutarti ad aumentare i livelli di fiducia e motivarti a continuare a lavorare. Tieni un registro dei tuoi sentimenti e stati d’animo. Condividi il registro con il tuo terapeuta per aiutarlo a capire meglio la tua depressione. Non possono trattarti adeguatamente senza tutti i dettagli. Partecipa frequentemente alle tue sessioni in modo da non essere sopraffatto. I pazienti che visitano i terapisti spesso iniziano a sentire che i loro sintomi diminuiscono dopo pochi mesi.

Farmaco

Il farmaco è il trattamento più promosso per la depressione e può essere un percorso fantastico per chiunque abbia forme più gravi di questa malattia o per coloro in cui la cura non ha funzionato. Sebbene i farmaci possano aiutare con i sintomi della depressione, non possono curare la causa principale del problema. Generalmente non è una soluzione a lungo termine e può includere un assortimento di effetti collaterali. Sono disponibili molte diverse opzioni di farmaci, tra cui:

  • Antidepressivi triciclici (TCA): sono stati uno dei primissimi antidepressivi sviluppati. Hanno una maggiore quantità di effetti collaterali rispetto ai nuovi antidepressivi, ma possono essere efficaci. I tipi di TCA includono: Elavil, Tofranil e Pamelor.
  • Inibitori della monoamino ossidasi (IMAO) : gli IMAO sono solo un altro antidepressivo più vecchio. Vengono con restrizioni dietetiche per evitare problemi di ipertensione che possono sorgere durante l’assunzione del farmaco. Dovrai anche stare molto attento a quali altri farmaci scegli perché assumere una miscela sbagliata di farmaci può causare problemi. Alcuni IMAO sono Marplan, Nardil e Parnate.
  • Inibitori selettivi della ricaptazione della serotonina (SSRI) : questi sono gli antidepressivi più comunemente prescritti ora. Rispetto ad altri tipi di farmaci, gli SSRI tendono ad avere meno effetti collaterali più lievi. Non dovrebbero mai essere usati con i vecchi tipi di antidepressivi a causa del pericoloso accumulo di serotonina. I tipi di SSRI sono Prozac, Paxil, Zoloft, Celexa e Luvox.
  • Inibitori della ricaptazione della serotonina e della noradrenalina (SNRI): si tratta di un nuovissimo tipo di antidepressivi molto simili agli SSRI, ma bloccano anche la ricaptazione della noradrenalina insieme alla serotonina. I farmaci frequenti sono Effexor, Cymbalta e Pristiq.

Rimedio Per La Stimolazione Magnetica Transcranica (TMS)

La TMS è una procedura non invasiva che utilizza i campi magnetici per eccitare le cellule nervose all’interno del cervello. Questo è pensato per migliorare i segni della depressione. Viene normalmente utilizzato se altri trattamenti non funzionano.

Durante una sessione TMS, una bobina elettromagnetica viene posizionata contro il cuoio capelluto vicino alla fronte. L’elettromagnete fornisce una raccolta di impulsi magnetici indolori che eccitano le cellule nervose della mente. Queste cellule nervose si trovano nella parte del cervello che comporta il controllo dell’umore e la malinconia. Questa è ancora una procedura che è stata appresa quotidianamente. La procedura per TMS continuerà a cambiare man mano che gli scienziati continuano a scoprire come funziona il processo.

La TMS è generalmente considerata sicura, ma può comunque avere alcuni lievi effetti collaterali come mal di testa, fastidio al cuoio capelluto e vertigini. Il medico può regolare la quantità di stimolazione per alleviare l’angoscia. Effetti collaterali più gravi possono includere nausea, mania e perdita dell’udito, ma questi effetti collaterali sono molto rari. La TMS potrebbe non essere l’opzione giusta per te se hai una storia di convulsioni, impianti metallici, danni cerebrali da traumi precedenti o se hai frequenti emicranie. I trattamenti sono generalmente cinque giorni alla settimana per 4-6 settimane. Potresti non trovare alcun miglioramento per le prime due settimane di trattamento.

Terapia Della Luce

Il trattamento leggero è un trattamento comune per coloro che soffrono di disturbo affettivo stagionale (SAD). Le persone che vivono più lontano dall’equatore hanno maggiori probabilità di soffrire di SAD a causa della carenza di sole. Il SAD è tipicamente causato da una leggera deprivazione, che si verifica durante i mesi invernali. La mancanza di luce solare getta dal normale ritmo circadiano del corpo che può portare a sentimenti di tristezza. Ecco perché la terapia della luce è considerata una forma efficace di trattamento per il SAD.

La produzione di serotonina, chiamata anche ormone del piacere, è causata dalla luce intensa. Aiuterà a calmare la reazione del cervello alla pressione e migliora l’umore. Questo è il motivo per cui gli esseri umani sembrano essere più felici nelle belle giornate soleggiate e calde. La mancanza di serotonina nel corpo può portare a problemi di sonno, cambiamenti nei livelli di energia e cambiamenti dell’umore. La terapia della luce espone alla luce che imita il sole di cui il tuo corpo è stato privato, si pensa che aumenti l’umore e riduca i sintomi del SAD.

La terapia della luce può richiedere un paio di settimane per funzionare, ma molti pazienti avvertono immediatamente una differenza. È un processo di trattamento semplice e può essere eseguito comodamente a casa tua. Si consiglia di stare seduti a 12-38 cm dalla luce per 30 minuti al giorno.

Rimedio CPAP

La terapia CPAP viene utilizzata per trattare l’apnea notturna. Questa terapia può essere difficile perché è una procedura per tentativi ed errori. Ogni paziente sarà diverso, quindi potrebbe volerci del tempo per scoprire cosa funziona meglio per te.

Una macchina CPAP è composta da 3 elementi, che sono: l’apparato CPAP, l’umidificatore riscaldato e la maschera. Una media del 50% delle persone fornirà un trattamento CPAP a causa del tempo necessario per trovare un sistema adatto a loro. Le persone che lo rispettano scoprono che nel tempo dormono meglio una volta individuata la macchina più adatta a loro.

L’uso dell’attrezzatura aiuta a mantenere aperte le vie aeree una volta che si dorme. Può ridurre il russare e la sonnolenza diurna poiché sarai in grado di riposarti in modo più tranquillo. L’impiego del sistema riduce anche il rischio di ipertensione arteriosa associata all’apnea notturna.

La maggior parte dei pazienti avverte gli effetti positivi dell’utilizzo della macchina CPAP subito dopo l’inizio dell’uso, ma potrebbe presentarsi con alcuni sintomi minori come naso che cola o chiuso. Nel corso del tempo il tuo corpo si adatterà al flusso d’aria extra e tali segni potrebbero scomparire. Se dopo quattro settimane di utilizzo non vedete alcun miglioramento, parlate con il vostro medico e vedete cosa si potrebbe ottenere.

CBD

Il cannabidiolo (olio di CBD) è diventato una sostanza ampiamente popolare per il trattamento di molti disturbi. È un olio naturale che viene estratto dalla pianta di canapa. Non include il THC che è la sostanza che emana quella sensazione elevata. Il CBD darà un’influenza calmante al corpo, motivo per cui si ritiene che sia un fantastico trattamento per la depressione e l’ansia.

I ricercatori pensano che l’olio di CBD possa cambiare il modo in cui il tuo cervello risponde alla serotonina. Emana un effetto calmante che potrebbe ridurre i livelli di ansia. Questo può migliorare il tuo umore e aiutarti ad addormentarti più velocemente.

Il CBD è disponibile in molte forme uniche, quindi è semplice ottenere un’opzione che funzioni per tutti. Può essere acquistato come petrolio, polvere, creme, spray e capsule. È raro che i consumatori sperimentino effetti collaterali, ma quelli comuni possono includere: nausea, pressione bassa e irritabilità. Sebbene l’olio di CBD sia un’alternativa naturale al trattamento per l’ansia e la depressione, dovresti comunque consultare il tuo medico per assicurarti che sia adatto a te.

Esercizio E Nutrizione

L’esercizio fisico e l’alimentazione possono essere un’alternativa naturale per curare la depressione. L’esercizio fisico e l’essere in ottima forma fisica possono aumentare le quantità di fiducia che potrebbero migliorare i sintomi della depressione in alcune persone. Può ridurre i livelli di stress e ansia e incoraggiare un sonno notturno migliore. L’esercizio fisico regolare può anche migliorare la salute cardiovascolare, ridurre la pressione sanguigna e alleviare i dolori articolari.

Si consiglia di esercitare 30 minuti al giorno almeno tre volte alla settimana per ottenere il massimo beneficio. Da quattro a cinque giorni a settimana è meglio, tuttavia se sei un principiante, inizia lentamente e fatti strada. Qualsiasi forma di esercizio fisico può aiutare i sintomi della depressione, quindi scegli qualcosa che ti piace!

Camminare è un modo fantastico per iniziare se non sei abituato all’attività fisica. C’è pochissimo rischio di danni e potrebbe essere calmante. L’esercizio di gruppo può anche aiutare le persone depresse a sentirsi più a proprio agio in un contesto sociale. A volte è bello avere qualcun altro al tuo fianco in modo da non sentirti solo nel tuo viaggio di fitness. Le lezioni di gruppo possono anche essere molto divertenti e puoi trovarne molti tipi diversi. Zumba, aerobica e ciclismo sono tra gli occhiali da vista di gruppo più in voga.

Mangiare i cibi giusti può anche aiutare a combattere la depressione. Un corpo ben nutrito avrà più energia e avrà un resto molto migliore che potrebbe ridurre i sintomi. Mangia cibi ricchi di vitamine e assicurati di mangiare anche nel caso in cui non ti senti affamato. Assicurati di bere molta acqua per mantenere il tuo corpo idratato. Quando il tuo corpo è ben curato, il tuo umore sarà migliorato. Inoltre, migliora la salute generale.

Meditazione

La mediazione può essere un altro ottimo modo per alleviare i sintomi della depressione. Meditare da solo non eliminerà completamente la tua malinconia, ma potrebbe rendere la malattia più gestibile. Può aiutarti a trasformare i tuoi pensieri negativi in positivi, il che può aumentare notevolmente l’umore.

La meditazione ti insegna a prestare molta attenzione alle tue idee e ai tuoi sentimenti senza giudicare o criticare te stesso. Questo può aiutarti a riconoscere e accettare i tuoi pensieri piuttosto che respingerli. Inoltre aiuta il corpo a rilassarsi e riduce i livelli di stress. Si suggerisce di iniziare esattamente alla stessa ora ogni singolo giorno, anche quando si inizia semplicemente con cinque minuti di meditazione. La meditazione richiede un po ‘di tempo per padroneggiarla, quindi sii paziente e non scoraggiarti.

Strategie Per Dormire Meglio La Notte

  • Trasforma la tua camera da letto in un rifugio per dormire. La tua camera da letto dovrebbe essere un luogo dedicato al sonno, al riposo e all’intimità. Una quantità eccessiva di suoni, luce e troppe distrazioni possono rendere più difficile trovare il sonno. Rendi la tua stanza più buia che puoi. Mantieni la stanza fresca e piacevole. Prova una macchina del rumore bianco e vedi se questo ti aiuta a dormire sonni tranquilli. Di notte, quando menti, se il sonno continua a non venire, raggiungi e spostati in un’altra zona Tieni la tua stanza solo per dormire per allenare il tuo corpo a riposare non appena ti metti a letto.
  • Mantieni la stessa routine della buonanotte. Crea una routine della buonanotte che aiuti il corpo a rilassarsi. Prova un bagno caldo con candele e musica soft, leggi un libro o prova un po ‘di yoga prima di coricarti e respirazione profonda. Trova uno schema che funzioni meglio per te personalmente, ma cerca di evitare l’elettronica per circa un’ora. La luce blu può eccitare i sensi e anche rendere difficile addormentarsi. Vai a letto ogni sera nello stesso periodo per allenare il tuo sistema a cedere al sonno. Svegliati più o meno alla stessa ora ogni giorno e cerca di evitare lunghi sonnellini durante il giorno.
  • Trascorri del tempo ogni giorno. La luce solare è ricca di vitamina D che ha dimostrato di migliorare il tuo umore. Trascorrere un po ‘di tempo al sole aiuta anche a regolare il ritmo circadiano del corpo. Se non riesci a distinguerlo, apri le tende e lascia entrare almeno un po ‘di luce naturale.
  • Evita l’alcol e la caffeina prima di andare a letto. Sia la caffeina che l’alcol possono stimolare eccessivamente il tuo sistema e rendere difficile dormire. Cerca di smettere di bere queste bevande circa 3-4 ore prima di andare a letto per assicurarti un riposo più tranquillo.
  • Tieni un registro del sonno. Tieni un diario delle ore che trascorri dormendo per stabilire una tendenza. Prendi nota delle volte in cui ti svegli di notte e del tempo impiegato per far cadere il mal di schiena. Prendi nota di come ti senti la mattina successiva e per tutto il giorno. Assicurati di discutere questo registro con i tuoi medici o terapisti e vedi se hanno qualche idea su come migliorare il sonno.

Supporto E Risorse Per La Depressione

  • Se stai pensando di fare del male a te stesso o ad altri, chiama la National Suicide Prevention Hotline. La hotline è disponibile 24 ore su 24, 7 giorni su 7, gratuita e riservata. Raggiungili in qualsiasi momento al numero 1-800-273-8255 o tramite chat sul loro sito.
  • Per il supporto emotivo, è possibile parlare con altre persone su forum come The Tribe o anche PsychCentral.
  • Trova un professionista della salute che possa fornire aiuto. L’Anxiety and Depression Association of America ha un elenco di consigli per professionisti e operatori sanitari.